Skip to main content

Informa Pirata reshared this.


"La #privacy è per i pedofili", quindi abbattiamo la #crittografia.

Questa vergognosa campagna pubblicitaria è pesantemente finanziata dal governo #UK che, a tutto è interessato, meno che ai pedofili.
(grazie a #sonoclaudio per la segnalazione)
https://twitter.com/barnardos/status/1483384708541173760

3 people reshared this

App di chat e messaggistica
La crittografia end-to-end protegge i bambini, afferma l'autorità di controllo delle informazioni del Regno Unito
Il commissario per l'informazione difende il valore della protezione della privacy di fronte alla campagna sostenuta dal governo
https://www.theguardian.com/technology/2022/jan/21/end-to-end-encryption-protects-children-says-uk-information-watchdog

2 people reshared this

una storia già vista di recente in diversi governi occidentali, con un conflitto di fatto tra governo e authority

Informa Pirata reshared this.


Il Tribunale d'appello britannico (High Court) si pronuncerà lunedì mattina 24 gennaio se consentire ad #Assange il ricorso alla Corte Suprema contro la decisione dello scorso 10 dicembre di concedere l'estradizione.
https://twitter.com/wikileaks/status/1484506432909320195

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


Israele: abuso di potere da parte della polizia, che ha usato il programma-spia Pegasus (senza mandato né supervisione della corte) per la #sorveglianza dei manifestanti che protestavano contro il primo ministro Netanyahu.

https://www.calcalistech.com/ctech/articles/0,7340,L-3927410,00.html
Segnalato da @eticadigitale

Informa Pirata reshared this.



«Bisogna esigere il rispetto per il lavoro degli altri e occorre rieducarsi alla convivenza civile, si tratta di una priorità che va riscoperta e riaffermata. Sono regole di educazione minimali e nemmeno dovrebbe essere necessario sancirle nella netiquette.
Le persone devono assumersi la responsabilità dei loro comportamenti e auspico che chi ha agito in aperto disprezzo delle regole e del rispetto reciproco sia individuato e sanzionato, in particolar modo per aver leso l’immagine e la dignità delle istituzioni pubbliche e degli illustri relatori che hanno preso parte al convegno. Per questo ho sporto denuncia.»
Il comunicato della Sen. Mantovani riguardo la molesta incursione zoom avvenuta durante una diretta istituzionale è un appello alla responsabilità e al senso di convivenza on-line.

https://www.facebook.com/180604862539982/posts/981003795833414/

[considerazioni nostre: pur apprezzando l'intenzione, non siamo d'accordo: la fiducia negli altri è un sentimento gentile, ma mantenere la compostezza e l'integrità di una riunione è un dovere di chi la organizza.]

Informa Pirata reshared this.


Ogni tanto buone notizie:
La Commissione Europea inizia un bug bounty (premia chi trova o aggiusta bug) per servizi open source come Mastodon, LibreOffice e Cryptpad!

Un criterio per la scelta dei servizi da includere è considerare i servizi più usati all'interno della commissione. Ci sono premi fino a 5000€, con un bonus del 20% se si propone anche una soluzione al bug.

Grazie a #krusty per la segnalazione
https://ec.europa.eu/info/news/european-commissions-open-source-programme-office-starts-bug-bounties-2022-jan-19_it
Si ma 5000€ come tetto massimo sono veramente pochi. Per carità, meglio di niente, ma non stimoli granché quella fetta di sviluppatori abituata a lavorare con compagnie molto più remunerative

Informa Pirata reshared this.


In assenza di dibattito sociale e di alfabetizzazione digitale, la #sorveglianza digitale sul #lavoro indotta dal CoViD-19 prolifera e riconfigura in modo preoccupante e silenzioso i rapporti di potere sui luoghi di lavoro: dispositivi indossabili sui lavoratori e lavoratrici in presenza; programmi che monitorano l'attività svolta; monitoraggio dei siti visitati; tracciamento dello sguardo su chi lavora in remoto.

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/ilr.12219

Segnalato da @eticadigitale

2 people reshared this

URL da un archivio pubblico, per evitare almeno la sorveglianza privata sul sito di Wiley https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8444901/pdf/ILR-9999-0.pdf

3 people reshared this


Informa Pirata reshared this.


La censura dove non te l'aspetti...
La Germania potrebbe chiudere #Telegram se il servizio di messaggistica popolare tra i gruppi di estrema destra e le persone contrarie alle restrizioni legate alla pandemia continua a violare la legge tedesca, ha affermato il ministro dell'Interno Nancy #Faeser in un commento pubblicato mercoledì.
https://www.reuters.com/technology/germany-doesnt-rule-out-closing-telegram-interior-minister-2022-01-12/
per equità nel caso lo bloccano esigo anche che chiudano Wazzup
così filmente torneremo a scambiarci corrispondenza con lettere e francobollo
Oppure usiamo delta.chat che facilita il processo di cifratura delle email...
o Briar. :)
C'è la differenza non banale della dimensione dei gruppi... WA rimane una cosa per piccoli gruppi Telegram si presta molto meglio alla propaganda
Anche la Russia ha provato a chiuderlo ma non ci è riuscita

Informa Pirata reshared this.


Oggi il Parlamento Europeo adotterà formalmente la sua posizione sulla legge sui servizi digitali (DSA). Il Parlamento ha approvato un linguaggio volto a proteggere la crittografia end-to-end e, con una grande vittoria, ha aggiunto il diritto di utilizzare e pagare i servizi digitali in modo anonimo ove possibile. Tuttavia, i Pirati al Parlamento europeo alla fine hanno deciso di opporsi al provvedimento. Ecco perché:
https://www.informapirata.it/digital-service-act-la-decisione-in-parte-rafforza-in-parte-minaccia-la-privacy-la-sicurezza-e-la-liberta-di-parola-online/

5 people reshared this



Digital Services Act: Decision in part strengthens, in part threatens privacy, safety and free speech online


Today, the EU Parliament will formally adopt its position on the Digital Services Act (DSA). The Parliament approved language aimed at protecting end-to-end encryption and, in a major victory, added a right to use and pay for digital services anonymously wherever feasible. Still, the Pirates in the European Parliament ultimately decided to oppose the package. Indiscriminately collecting the mobile phone numbers of all uploaders to adult platforms corrupts the right to anonymity and endangers the safety and lives of sex workers in the European Union: a red line for European Pirate Party MEPs.

With amendment 291 letter (a), Parliament seeks to require users to disclose their mobile phone numbers to porn platforms before they may upload content or post comments. This provision violates the fundamental rights to privacy and data protection. In a letter to lawmakers, the EU Sex Workers’ Rights Alliance (ESWA) emphasized that “due to the stigmatised and criminalised nature of adult sexual content producers and other types of sex work, the safety of their data is of utmost importance as any data.” Data leaks would “pose a direct threat to the real-life (offline) safety and wellbeing of sex workers“.

While we recognise the honourable intentions of the amendment, Pirates will not support a proposal that threatens the safety of a group of persons who are already stigmatised. Nor can we support creating a precedent for eliminating anonymous publishing as an acceptable means of deterrence.

Pirates successfully advocated for digital rights

In other regards, Pirate Party Members of the European Parliament made major contributions to improving user privacy. For the first time, users would be able to generally opt out of pervasive surveillance online and the creation of personality profiles for commercial purposes in their apps, which would also spare them from the time-consuming consent banners. Refusing consent would become as easy as giving it. Online platforms would need to give fair access options also to users who refuse to be pervasively tracked.

Furthermore, the end-to-end encrypted services, that are essential to communicating securely, would be shielded against interferences by EU Member States. National data retention or identification requirements would be excluded. As proposed by MEPs and the LIBE Committee, platform terms and conditions that do not comply with freedom of speech, media freedom or other fundamental rights will be void. And in a major last-minute victory, Parliament now wants users to be able to use and pay for digital services anonymously wherever possible.

Pirate Party MEP Patrick Breyer, Civil Liberties, Justice and Home Affairs (LIBE) rapporteur for the Digital Services Act and digital rights activist, comments:
“Parliament’s backing for a right to use and pay for digital services anonymously is a major victory for protecting our privacy and safety online. Only last year, over 500m mobile phone numbers leaked from Facebook/Meta. We cannot accept that every year, data leaks expose millions of EU citizens’ data to cyber criminals.

“In the upcoming trilogue negotiations, we shall fiercely defend our successes in protecting our privacy and freedom of expression online, including the Parliament’s intention to exclude mandatory error-prone upload filters, to protect effective encryption and to reject national indiscriminate identification obligations and data retention requirements.

“Yet, many of the LIBE Committee‘s recommendations were not adopted. As a result, ‘illiberal’ EU governments will be able to spy on our online activities and censor content, including content hosted abroad in liberal democracies, without requiring a court order. And the decision fails to fundamentally tackle the monopolies and surveillance capitalist business model of big tech, exposing us to the harms of mud-slinging algorithms and corporate censorship, including by way of error-prone upload filter algorithms and AI.”

MEP Mikuláš Peksa, Chairperson of the European Pirate Party and DSA rapporteur to the Committee on Economic and Monetary Affairs (ECON), comments:
“Users will now be able to ban all websites from using targeted advertising that uses their personal data with a single click in their browser, ending the endless clicking of consent. Platforms will also no longer have to mandatorily filter any content when uploading. But at the same time, there will be a mechanism for people to report objectionable or illegal posts. Our main goal is to protect the interests of individual users and smaller players by clearly defining their rights. From our point of view, letting the authorities in each member state decide about banning ,,illegal” content is a colossal mistake which will fragmentise the market and allow authoritarians like Viktor Orbán to control the online space and oppress the opposition.”

Next, the European Parliament will need to negotiate a deal with the less progressive EU Member States, led by the French government. Trilogue negotiations will take place behind closed doors. Pirate Party MEP Patrick Breyer will participate on behalf of the LIBE Committee.

Some insights into the content of the DSA mandate:

Upload filters

Parliament has learned from the protests against article 13/17 of the Copyright in the Digital Single Market directive and rules out new filtering obligations in the Digital Services Act. However, the promise to ban the “voluntary” use of error-prone filters by internet platforms is not kept. In practice, therefore, nothing will change.

Digital privacy and data securityGovernment authorities will be able to request pervasive records on a person‘s online activities without a court order. On the other hand, the right to secure encryption would be guaranteed. And service providers could not be obliged by national legislation to generally and indiscriminately retain personal user data.The newly introduced right to use digital services anonymously would read: “Without prejudice to Regulation (EU) 2016/679 and Directive 2002/58/EC, providers shall make reasonable efforts to enable the use of and payment for that service without collecting personal data of the recipient.” A recital would explain: “In accordance with the principle of data minimisation and in order to prevent unauthorised disclosure, identity theft and other forms of abuse of personal data, recipients should have the right to use and pay for services anonymously wherever reasonable efforts can make this possible. This should apply without prejudice to the obligations in Union law on the protection of personal data. Providers can enable anonymous use of their services by refraining from collecting personal data regarding the recipient and their online activities and by not preventing recipients from using anonymizing networks for accessing the service. Anonymous payment can take place, for example, by paying in cash, by using cash-paid vouchers or prepaid payment instruments.“

Surveillance advertising

The systematic monitoring and creation of personality profiles of internet users for advertising purposes is not to be banned. However, for the first time, users could generally opt out in the browser (“do not track”) and then also to be spared from annoying consent banners. Refusing consent would need to be just as easy as giving it (ban on “dark patterns”). Users who refuse to being tracked would still have access. Alternative access options would have to be fair and reasonable both for regular and for one-time users, such as options based on tracking-free advertising. Targeting individuals on the basis of their political opinion, health status, sexual preferences or religious belief would be banned.

Freedom of information

Authorities could require the (cross-border) removal of internet publications without a court order – even if they are completely legal in the country of publication. This means that in future Orban can have content deleted throughout the EU, on the basis of his own laws. The promised ban on network-level blocking is not part of the position. Internet platforms will not need to ask users before removing their content. At least, according to the Parliament, automatic suspension of users who have allegedly repeatedly violated copyright or other laws would not be mandated.

Timeline algorithms and user choice

Digital corporations will continue to be allowed to decide on their own what appears in the timelines of users and what does not. Users are not given a right to opt out of the commercial recommender algorithms or use external algorithms of their own choice.
https://www.patrick-breyer.de/en/digital-services-act-decision-in-part-strengthens-in-part-threatens-privacy-safety-and-free-speech-online/


Sistemi di videosorveglianza installati da persona fisiche: le regole da seguire La scheda informativa del Garante Il Garante per la protezione dei dati personali ha riassunto in una scheda informativa le principali indicazioni per le persone fisiche...

2 people reshared this


Informa Pirata reshared this.


Per la prima volta in Italia è stato contestato l'articolo 167 del Codice della #privacy: trattamento illecito di dati.
Sono 4 le persone indagate dalla #GdF: un cittadino romeno e tre italiani, titolari di due società con sede legale a Milano.

https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2022/01/20/trattamento-illecito-dati-4-indagati_26a84fba-7617-40c9-bfe6-f7a987e3d7e2.html

2 people reshared this


Informa Pirata reshared this.


Gli operatori telefonici AT&T e Verizon hanno iniziato a implementare nuove bande di frequenza #5G negli Stati Uniti, causando la cancellazione precauzionale di circa 260 voli in decollo o atterraggio da un aeroporto statunitense, per le possibili interferenze con la strumentazione di bordo.
https://www.agi.it/economia/news/2022-01-19/usa-frequenze-5g-centinaia-voli-cancellati-no-caos-15293462/
#5g
ehi, ciao tipo alternativo e contro il sistema: te ne sei accorto, vero, che è una fake news?

Il Fenomeno reshared this.

ciao, piccolo fan! Qui siamo vaccinati contro informazioni fasulle e facciamo sempre una verifica sulle testate internazionali prima di rilanciarle, ma purtroppo non ne siamo immuni e siamo contenti anche quando la segnalazione proviene da utenti sprezzanti forse a causa scarsa autostima...

A noi risulta una notizia confermata, ma se hai informazioni diverse ci farebbe piacere conoscerle
https://duckduckgo.com/?q=at%26t+verizon+flight&t=h_&ia=web
confermo una delle bande del 5g è vicina in frequenza alle frequenze degli apparati di telerilevamento del radar di prossimità del suolo e di altri sistemi automatici che il veicolo utilizza in fase di atterraggio, hanno riscontrato effettivamente che quando le antenne 5g sono in prossimità dell'aeroporto le misurazioni di detta strumenzione posso risultare fallate di parecchi metri, questo risulta essere un rischio della sicurezza.
perché in atterraggio potrebbe il veicolo deviare in piste adibite ad altri arei in situazioni di scarsa visibilità o posticipare o anticipare l'atterraggio e in poste scarsamente lunghe può essere pericoloso, non solo i radar metereologiche delle piogge usano sempre frequenze vicine stesso discorso hanno falsi positivi ergo la sicurezza atmosferica meteo è compromessa per il volo
grazie per la conferma.

PS: Poi sarei interessato anche a conoscere la fonte informativa dalla quale @gesp ricavava la notizia della bufala, ma non ho avuto più riscontri
@gesp
per fare un esempio un radar metereologico con gittata di 300 400km ha un range di frequenza di funzionamento di 2.6ghz 2,8ghz il suo funzionamento è semplice se il segnale di ritorno devia da quelle frequenze vuol dire che ha incontrato una grande massa di umidità (pioggia), e ne calcola estensione e distanza. quando il segnale incontro il segnale 5g molto vicino in frequenza in condizioni di pioggia le rilevazioni posso essere fallate con una tolleranza abbastanza grandi
infatti anche se non se ne parla in America e in altri Stati europei, per il problema è stato proposto un potenziamento della rete radar metereologica per aumentarne l'accuratezza persa.

Poi come si legge dall'articolo stanno installando nei veicoli ulteriore strumentazione di bordo per aggirare il problema alla fine è un problema di costi

2 people reshared this

AHAHAHAH che spettacolo! 😂😂😂
@informapirata

Informa Pirata reshared this.


Israele - Il ministro delle finanze Avigdor Liberman ha dichiarato martedì che, con l'aumento incontrollato dei contagi, il #GreenPass potrebbe essere eliminato.
Per mantenere alti livelli di monitoraggio, più di 25 milioni di test antigenici verranno comunque distribuiti gratuitamente a domicilio agli israeliani nei prossimi giorni.
https://m.jpost.com/health-and-wellness/coronavirus/article-693836

Informa Pirata reshared this.



Telemarketing aggressivo. Il Garante privacy sanziona Enel Energia per 26 milioni e 500 mila euro Dati dei consumatori usati senza consenso e mancato rispetto del principio di responsabilizzazione Il Garante per la protezione dati personali ha inflit...

Io non ricordo di avergli mandato pure il contratto, la registrazione era sufficiente, mi pare...
Comunque colsi la palla al balzo per andarmene via da loro (come pure da Enel), e da allora vengo punito e martoriato di telefonate commerciali. Perciò sono proprio contento di 'sta mazzata
io ho una Black list di 100 numeri, il 90% sono per conto Enel...

Informa Pirata reshared this.


A #Ravenna qualcuno abbia avuto quella che di primo acchito deve essere sembrata l’idea del secolo: per controllare che le persone rispettino la quarantena covid, chiedono di inviare di dati di geolocalizzazione via telefono. Peccato che non si tratti dell’idea del secolo, quanto più di un probabile abuso, contrario alla normativa e al buon senso.
Diego #DiMalta per #PrivacyNetwork
https://www.privacy-network.it/ravenna-la-polizia-geolocalizza-le-persone-in-quarantena/

Informa Pirata reshared this.

immagino che a Ravenna abbiano comprato smartphone per tutti tutte tutt*, ve?

Informa Pirata reshared this.


Mentre la #Russia fa attacchi cyber all’Ucraina, collabora con gli Stati Uniti arrestando una delle più pericolose gang, #REVil, che aveva causato importanti danni agli #USA. Il peso della cyber nei rapporti tra gli Stati, nemici e alleati, è destinato ad aumentare. Ecco i segnali forti che si percepiscono
Di Alessandro #Longo su #Cybersecurity360
https://www.cybersecurity360.it/cybersecurity-nazionale/russia-ucraina-usa-cosi-la-cyber-e-ago-della-bilancia-nei-rapporti-tra-stati/

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


#Pechino2022 - gli analisti affermano che l'app che tutti i partecipanti ai Giochi Olimpici devono utilizzare, contiene punti deboli della sicurezza che lasciano gli utenti esposti a violazioni dei dati.
Soluzioni? Portare telefoni usa e getta, creare account temporanei e lasciare a casa i dispositivi principali.
Di Sophie #Williams e Frances #Mao
https://www.bbc.com/news/world-asia-china-60034013

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


Bodycam sì, numero identificativo no...

Mille bodycam in arrivo per poliziotti e carabinieri impegnati in attività di ordine pubblico. Il via libera alla nuova dotazione è arrivato con una circolare firmata dal capo della Polizia Lamberto Giannini ed inviata a tutti i questori.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/01/18/mille-bodycam-per-carabinieri-e-poliziotti-impegnati-nellordine-pubblico-ce-il-via-libera/6460506/

4 people reshared this

hanno fatto sparire le molotov piazzate nella Diaz dall'archivio delle prove, figuriamoci quanto ci mettono a cancellare un filmino dalla bodycam.
qua vige il sempre meglio di niente però
meglio di niente, peggio dei codici identificativi.
i codici identificativi sono certamente utili e spero che un giorno possano essere introdotti, ma ad oggi penso che le body cam permettono a tante persone di vivere nella serenità del fatto che anche loro sono soggetti alla legge visto, spesso, è capitato di porsi domande a riguardo.
io sono a favore codici identificativi (se i questurini non li vogliono, vuol dire che è un bene). Ma non pensiamo di risolvere con quelli: per dire, la polizia turca ce li ha e non mi pare un modello di gestione democratica dell'ordine pubblico... le telecamere sono da sempre un arma a doppio taglio. Quelle in mano alla polizia sono a un taglio solo...
e dove sarebbe il meglio di niente? Nel fatto che, anche senza riconoscimento biometrico (fortunatamente bloccato dal garante), i partecipanti alla manifestazione vengono filmati da una ventina di punti di vista diversi? Nel fatto che sarà più facile identificare i partecipanti e stabilire le relazioni tra di loro? Nel fatto che i filmati verranno conservati per un limite di tempo assurdo? Ad oggi "Meglio di niente" lo può dire solo la polizia!
@gubi
ma no dai che dici... Guarda quanti omicidi sono stati sgamati in America grazie alle body cam...
Poi siamo nella fase iniziale e sinceramente non ci sputerei affatto, anzi penso che sia molto buona come cosa.
La maggior parte delle cose è sempre stata insabbiata grazie al fatto che gli unici testimoni erano loro stessi, come si fa a dire che non sia un passo in avanti...
Tieni conto che le videocamere che porteranno i poliziotti possono essere spente in qualsiasi momento
@gubi
guarda, francamente non ho letto l'articolo del garante né quello ufficiale della notizia ma solo articoli di giornale dove non se ne parla e sinceramente non penso che sia una cosa possibile che dei poliziotti (o carabinieri) possano spegnere la cam prima di un controllo facendo ritrovare la persona controllata in condizioni diverse da quelle precedenti senza che succeda nulla...
Dico solo che non ci si può lamentare sempre di tutto a prescindere.
il Garante si è solo preoccupato del fatto che non vi fossero sistemi di riconoscimento facciale integrati
e anche questa è una cosa buona per tutelare la nostra riservatezza
non è una lamentela "a prescindere". E' una lamentela basata su dati oggettivi, e cioè la creazione di prove finte e la distruzione di prove archiviate in tribunale in un processo che vedeva imputati i massimi vertici della polizia di stato. Sono le innovazioni che non si possono dibattere "a prescindere" da una storia di abusi, depistaggi e crimini impuniti in divisa, e mi spingono a chiedermi come mai le webcam vanno bene e i codici identificativi no.

2 people reshared this

il codice identificativo viene rimosso a causa di quel tabù tossico che direttamente o indirettamente blocca ogni proposta di legge che riguardi le forze dell'ordine (altri sono il reato di tortura, i test a sorpresa per l'uso di stupefacenti o psicofarmaci, oltre ad altre cose che non è il caso di ricordare qui). È il segnale di un baratto tra il Potere politico che chiude un occhio e le FdO riconoscenti perché possono sniffare un po' di potere arbitrario e libero abuso

@alessandrogreco
che poi, c'è da dire, che se il problema sono i manifestanti filmati allora cambia di tanto la considerazione che abbiamo di questa cosa perché per me è una cosa buona per difendermi da certi soggetti, se poi per te è un male perché filmano chi li attacca allora è un altro punto di vista ben diverso.
non rischia "chi li attacca", ma anche chi li "offende" o chi senza saperlo parla con qualcuno attenzionato

@gubi
e allora vediamo la cosa da due punti di vista differenti.
ti basta pensare al caso di Federico Aldrovandi, dove un povero ragazzo indifeso è stato massacrato di botte da dei poliziotti durante un controllo.
Con le body cam sarebbero usciti i video e certamente non si sarebbe potuto parlare di "eccesso colposo nell'uso legittimo delle armi"...
basta spegnerle
Sì, ma poi uno dei problemi di fondo dell'affidarsi a telecamere è chi le controlla può spegnerle.

Informa Pirata reshared this.


Basta prese in giro: nessuno legge i termini d’uso e le informative sulla #privacy dei servizi online e questo sta consentendo ai fornitori di questi servizi di ottenere tutto ciò che vogliono, a norma di legge, da utenti e consumatori. È ora di cambiare. È muovendo da qui che negli USA è appena stata presentata una proposta di legge bipartisan davvero interessante.
Di Guido #Scorza su #HuffingtonPost
https://www.huffingtonpost.it/entry/governare-il-futuro-negli-usa-una-proposta-di-legge-dalla-parte-dei-consumatori_it_61e66c51e4b03874b2dc2482

4 people reshared this

Un'iniziativa da prendere d'esempio, per ora SOLO proposta di legge, speriamo venga approvata e magari replicata anche in Europa... ma poco ci credo purtroppo. 😔


Telemarketing selvaggio: Garante privacy, per i consumatori in arrivo novità importanti Gli utenti potranno opporsi anche alle telefonate effettuate con sistemi automatizzati Il Garante per la protezione dei dati personali ha espresso parere favorevo...

Informa Pirata reshared this.


Content warning: Momento cinepanettone all'evento online "Per una PA trasparente",

Informa Pirata reshared this.



Covid, geolocalizzazione dei positivi a Ravenna: il Garante privacy ha aperto un’istruttoria In relazione alle recenti notizie di stampa secondo le quali la Polizia locale di Ravenna tratterebbe dati personali relativi alla geolocalizzazione dei sogg...

Informa Pirata reshared this.


«per il momento il #PNRR rimane una lunga lista di progetti, che pare facciano fatica a trovare un punto di sintesi, un disegno unitario complessivo»
Francesco #DeLeo intervistato da Raffaele #Barberio su #Key4biz
https://www.key4biz.it/pnrr-de-leo-il-piano-va-migliorato-e-coordinato-e-ancora-una-lista-di-progetti-senza-un-disegno-unitario-del-sistema-paese/388678/

Informa Pirata reshared this.



Voto sulla legge sui servizi digitali: il Comitato per le libertà civili spinge per la #privacy digitale e la libertà di parola online

Questo giovedì (20 gennaio, soggetto a modifiche), i membri del Parlamento europeo voteranno la loro posizione sulla legge dell'UE sui servizi digitali. La commissione per le libertà civili (LIBE) apporterà una serie di emendamenti al voto che propongono, tra le altre cose, di introdurre il diritto di utilizzare i servizi digitali in modo anonimo, di limitare la sorveglianza del governo online, di proteggere meglio i contenuti personali e dei media contro soggetti a errori caricare filtri e ordini di rimozione e disabilitare gli algoritmi della sequenza temporale basati sulla sorveglianza per impostazione predefinita. Gli emendamenti dovrebbero essere votati giovedì mattina. Tuttavia, i più grandi gruppi politici cercano di evitare emendamenti al disegno di legge proposto.

Il relatore per parere della commissione LIBE @Patrick Breyer (Partito Pirata Europeo) spiega:
“Il Digital Services Act deve diventare un punto di svolta per proteggere i nostri diritti fondamentali online da giganti della tecnologia senza scrupoli e governi affamati di sorveglianza. È giunto il momento di riprendere il controllo dell'era digitale!

Nello specifico, gli emendamenti LIBE propongono:
Tutela della privacy digitale e diritto all'uso anonimo di Internet
Limitare la sorveglianza governativa dell'attività online
Nessun blocco dell'accesso
Gli ordini di rimozione devono essere emessi solo dai tribunali
Ciò che è legale offline deve rimanere online
Garantire il libero scambio di informazioni legali e contenuti multimediali online
Portare i filtri di caricamento in linea con la libertà di parola e di media
La mia cronologia, la mia scelta

Una descrizione dettagliata e la formulazione degli emendamenti sono disponibili qui .

Un'analisi del rapporto non modificato della commissione IMCO può essere trovata qui .
https://www.patrick-breyer.de/en/vote-on-digital-services-act-civil-liberties-committee-pushes-for-digital-privacy-and-free-speech-online/


Vote on Digital Services Act: Civil Liberties Committee pushes for digital privacy and free speech online


This Thursday (20 January, subject to change), Members of the European Parliament will vote on their position on the EU Digital Services Act. The Civil Liberties Committee (LIBE) will put a series of amendments to the vote that propose, among other things, to introduce a right to use digital services anonymously, to restrict government surveillance online, to better protect personal and media content against error-prone upload filters and removal orders, and to disable surveillance-based timeline algorithms by default. The amendments are expected to be voted on Thursday morning. However, the largest political groups seek to avoid amendments to the proposed bill.

The LIBE Committee‘s rapporteur for opinion Patrick Breyer (Pirate Party) explains:
“The Digital Services Act needs to become a gamer-changer for protecting our fundamental rights online from unscrupulous tech giants and surveillance-hungry governments. The time has come to take back control of the digital age!”

Specifically, the LIBE amendments propose:
  • Protecting digital privacy and the right to anonymous internet use
  • Limiting government surveillance of online activity
  • No access blocking
  • Removal orders to be issued by courts only
  • What is legal offline shall stay up online
  • Ensuring the free exchange of lawful information and media content online
  • Bringing upload filters in line with free speech and media freedom
  • My timeline, my choice

A detailed description and the wording of the amendments can be found here.

An analysis of the IMCO Committee’s unamended report can be found here.
https://www.patrick-breyer.de/en/vote-on-digital-services-act-civil-liberties-committee-pushes-for-digital-privacy-and-free-speech-online/

Informa Pirata reshared this.


«Garantire il controllo sui dati e aumentare la resilienza dei servizi digitali»
Pubblicato il documento sintetico di indirizzo strategico per l’implementazione e il controllo del Cloud della PA
https://docs.italia.it/italia/cloud-italia/strategia-cloud-italia-docs/it/stabile/in_sintesi.html

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


Chi è tenuto a rispettare le linee guida del Garante?
Ecco gli 8 elementi che il #cookie banner dovrebbe contenere nella mini-guida a cookies e strumenti di tracciamento di @prevenzione pubblicata su @Key4biz
https://www.key4biz.it/cookie-8-consigli-su-come-applicare-le-linee-guida-del-garante-privacy-infografiche/388598/

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


Oggi, lunedì 17 gennaio, dalle 15 alle 18 si terrà il convegno "Per una PA trasparente. Dati aperti per il decisore politico".
Sarà possibile seguire l'evento in diretta streaming su:
- Zoom: https://us02web.zoom.us/j/84618000732?pwd=VkJrRHRBaWEwSCtWZjlZbGlGSGJNUT09&fbclid=IwAR2upXhShoVsOMOPyF4ZSQ468WdCQpO1ktgbcf25eUoyjDvnoubzeFbWgp0
ID riunione: 846 1800 0732
Passcode: 631228
- Pagina Facebook della senatrice Maria Laura Mantovani (https://www.facebook.com/lallamantovaniM5S)
- https://webtv.senato.it

Informa Pirata reshared this.

tutto proprietario 🤣🤣😍🤩 e vabbè grazie della informazione. sempre prezioso piratone mio un bacio in bocca 🤣🤣🤣

Informa Pirata reshared this.


Tanta roba davvero! 😅
La newsletter @guerredirete di Carola #Frediani torna nel 2022 con una notevole quantità di notizie e aggiornamenti
https://guerredirete.substack.com/p/guerre-di-rete-signal-tra-innovazione

Informa Pirata reshared this.


Informa Pirata reshared this.


I was unable to work on TROM II for the past weeks since Kdenlive doesn't work well anymore. But I work with the developers to find a fix. The project is too big...I will wait a few more days then I will have to see how to get back to it. Maybe I will split the project.

But I did a lot of work for TROMjaro. We will ship the next ISO with a bran new theme. More modern and sleek. And much better adapted for XFCE. Plus we will ship with 4 layouts:



And a graphical layout switcher so you can easily choose between them.

We will also push a fix for the stupidity of libadwaita. We will force the apps that use this library and break the system's consistency, to still use the system's theme. Thanks to @Future is FOSS !

Plus a few other changes. Maybe we will release a new ISO in a few days. I will have to edit the homepage of tromjaro.com to reflect the changes.

#tromlive

3 people reshared this

sounds like you're becoming the battle tester for kdenlive with your large projects;) Sorry for your pain but the rest of us will likely benefit from it ... the power of FOSS!
Oh yah they are surprised to see a project with 35h of footage hahaha. And thousands of files. But at least if they will fix this it is an overall improvement for kndelive and all users.

Informa Pirata reshared this.


⚠️⚠️⚠️
Preoccupazione di #Amnesty per l'Italia

«Con riferimento al contesto italiano, Amnesty International Italia continua a sollecitare il governo ad ancorare i propri interventi ai principi di legalità, legittimità, necessità, proporzionalità e non discriminazione. Qualsiasi politica di salute pubblica, inoltre, deve essere basata sull’evidenza scientifica più aggiornata e verificabile, motivata da comprovate ragioni oggettive e accompagnata da metodi di comunicazione chiari e trasparenti.»
./.

2 people reshared this

./.
«Amnesty International Italia sollecita il governo a riconsiderare attentamente se prorogare la misura oltre il 31 marzo 2022, in quanto tutte le misure di carattere emergenziale devono rispondere ai principi di necessità, temporaneità e proporzionalità.»

Il comunicato di #AmnestyInternational sulla preoccupante situazione italiana.
https://www.amnesty.it/posizione-di-amnesty-international-italia-sulle-misure-adottate-dal-governo-per-combattere-il-covid-19/

Pirati.io reshared this.


Informa Pirata reshared this.


Facebook deve risarcire i danni all’utente bannato per i post su #Mussolini.
Chissà cosa direbbe Paolo #Ferrero, bannato per un post che sosteneva il Kurdistan...
Di Marisa #Marraffino https://www.ilsole24ore.com/art/i-social-devono-risarcire-danni-all-utente-cancellato-i-post-mussolini-AEyGHE4

2 people reshared this


Informa Pirata reshared this.


🇺🇸 Stati Uniti: il diritto alla riparazione avanza nel mondo agrario, dove il colosso John Deere ha da tempo reso il software dei propri trattori irriparabile se non dall'azienda stessa. A Chicago, una causa collettiva li accusa di averne monopolizzato la riparazione, impedendo ai contadini di aggiustare da soli le proprie macchine o di rivolgersi ad altri meccanici

https://www.vice.com/en/article/xgdazj/john-deere-hit-with-class-action-lawsuit-for-alleged-tractor-repair-monopoly

segnalato da @eticadigitale #right2repair

2 people reshared this


Informa Pirata reshared this.


'GRAZIE FACEBOOK!'
La presentazione interna sul riconoscimento facciale mostra la polizia di Chicago che applaude il gigante dei social media e la "cultura del selfie" per tutte le foto che le persone condividono online
Di Caroline #Haskins su #BusinessInsider
https://www.businessinsider.com/chicago-police-thank-facebook-selfie-culture-photo-sharing-facial-recognition-2022-1
Anche io amo i selfie... quelli degli altri però.😉

Informa Pirata reshared this.


Con la decisione del 22 dicembre 2021, l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali austriaca ha deciso che l’utilizzo del servizio Google Analytics, fornito da Google LLC, non è conforme alla normativa europea.
Il 13 gennaio l’organizzazione no-profit #NOYB, co-fondata dal legale e attivista Maximilian #Schrems, pubblica il provvedimento dell’Autorità per la protezione dei dati personali austriaca, emesso il 22 dicembre 2021
Di Bruno #Saetta su #ValigiaBlù
https://www.valigiablu.it/google-analytics-illegale-europa/

2 people reshared this



AVVISO – Concorsi pubblici, per titoli ed esami, rispettivamente, per la copertura di un posto di funzionario, profilo area comunicazione – digital communication specialist e due posti di funzionario, profilo area comunicazione nel ruolo del Garante per la protezione dei dati personali


Sono disponibili sul sito web del Garante - nella sezione “Covid-19 e protezione dei dati” (https://www.gpdp.it/temi/coronavirus/faq) - due nuove FAQ in tema di trattamento dati in ambito scolastico relative ad alcuni profili in materia di protezione...

Informa Pirata reshared this.


I dati rubati ad ottobre a #Siae, la Società italiana degli autori ed editori, da un gruppo di criminali informatici chiamato #Everest sono ora online e alla portata di tutti.
A dare per primo la notizia della pubblicazione, come in precedenza del furto, è stato l’utente #sonoclaudio.
Di Tommaso #Meo su #Wired
https://www.wired.it/article/siae-dati-rubati-pubblicati/

2 people reshared this

c'è anche l'IBAN, quindi potresti fargli un bonifico...
quello che mi piace di te è che dai feedback pure alle minchiate, o ti piace Baglioni?
non saprei, ma immagino che a Baglioni piacciano i bonifici
sonoclaudio
o "Claudio Sono"? 😂

Informa Pirata reshared this.


#CISA, #FBI e #NSA hanno pubblicato l'11/1 un avviso di sicurezza informatica sulle minacce informatiche sponsorizzate dallo stato russo, comprese tattiche, tecniche e procedure comunemente osservate.
CISA, FBI e NSA stanno rilasciando il CSA congiunto per aiutare la comunità della sicurezza informatica a ridurre il rischio rappresentato dalle minacce informatiche sponsorizzate dallo stato russo.

https://www.cisa.gov/uscert/ncas/current-activity/2022/01/11/cisa-fbi-and-nsa-release-cybersecurity-advisory-russian-cyber
#nsa #fbi #cisa

Informa Pirata reshared this.

se non fosse per #CISA, #FBI e #NSA le nostre città verrebbero distrutte da gente pericolosissima!
L'ho visto una volta in un film
#nsa #fbi #cisa
si', illustro complotti per quelli che fanno fatica a leggerli