Skip to main content


24 giorni dopo: urgenza o strumentalizzazione? La riflessione dell'avv. Pruiti


Comincio a pensare che stiamo vivendo il più grande (e terribile) scherzo della storia!
L'art. 77 della Costituzione prevede che "Quando, in casi straordinari di necessità e di urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte, sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni".
Questa è la norma che regola i Decreti Legge!
Pare che domani, il Governo adotterà un Decreto Legge, che produrrà i suoi effetti, non prima del 10 ottobre 2021.
Ripeto: domani 16 settembre 2021 il Governo adotterà un Decreto Legge che produrrà i suoi effetti il 10 ottobre 2021, cioè dopo ben 24 giorni!
Mi chiedo: come si concilia la condizione prevista dall'art. 77 della Costituzione (straordinarietà, necessità e urgenza) con la previsione di produrre effetti dopo ben 24 giorni? Quando domani il governo presenterà il decreto legge aila Camera dei Deputati e al Senato, quali condizioni di straordinaria necessità e urgenza il Parlamento sarà chiamato a valutare?
Se non è uno scherzo epico, dovremmo seriamente cominciare a preoccuparci!
Di Andrea Pruiti #Ciarello su #Facebook
https://www.facebook.com/andreapruiticiarello/posts/1554520114909896