Skip to main content


Se la #Academi (già #Blackwater) intervenisse in Ucraina per respingere i contingenti filorussi operativi nel #Donbass, o se la #AirScan intercettasse i bombardieri cinesi in ricognizione sopra #Taiwan, una tale notizia non si limiterebbe probabilmente al rilancio della notizia su Analisi Difesa o su EDR Magazine, ma travalicherebbe di certo la stampa di settore.

Quando invece si tratta di #Microsoft o #Google che intervengono sul campo per combattere attacchi informatici che si configurano come veri e propri atti ostili, l'attenzione non è altrettanto alta e possiamo trovare queste notizie soltanto perché Sergiu Gatlan o Pierluigi Paganini ne scrivono su Bleepin Computer o su Security Affairs.

In effetti è incredibile come ci si ostini a non considerare ancora pienamente quanto sia reale ciò che è digitale.

Di seguito gli articoli citati:

Google ha annunciato di aver interrotto la botnet Glupteba, un'enorme infrastruttura, composta da oltre 1mln di PC Windows, e ha anche citato in giudizio i russi Dmitry Starovikov e Alexander Filippov per aver creato e gestito la botnet.
Di Pierluigi #Paganini su #securityaffairs
https://securityaffairs.co/wordpress/125377/malware/glupteba-botnet-take-down.html

Microsoft ha sequestrato dozzine di siti dannosi utilizzati per attaccare organizzazioni in USA e in altri 28 paesi soprattutto in Europa e America Latina.
L'attore della minaccia Nickel ha compromesso server di organizzazioni governative, entità diplomatiche e ONG.
Di Sergiu #Gatlan su #BleepinComputer
https://www.bleepingcomputer.com/news/microsoft/microsoft-seizes-sites-used-by-apt15-chinese-state-hackers/